studio medico mapelli logo

Studio Medico Elisabetta Mapelli. Dermatologia e Tricologia.

+39 02 97 00 35 36

info@studiomedicopelli.it
Via G. Mazzini, 45, 20013, Magenta (MI)

Ultime dal Blog

Lun-Ven 9.00 - 18.00

Sabato e Domenica CHIUSO

+39 02 97 00 35 36

Info e Prenotazioni

Magenta (MI)

Via Mazzini, 45

Social

Come proteggere i capelli dal sole, al mare e in montagna

come proteggere i capelli dal sole, donna in spiaggia con cappello

Come proteggere i capelli dal sole, al mare e in montagna

Come proteggere i capelli dal sole, in estate soprattutto, quando si va in spiaggia o quando si parte per un trekking in quota? Ci sono prodotti e buone abitudini che aiutano a mantenere il cuoio capelluto in salute e un aspetto attraente?

La risposta è sì, ma non tutti lo sanno.

Nella maggior parte dei casi, l’attenzione dei più si concentra sul come proteggere la pelle dal rischio di scottature ed eritemi; pochi, però, ricordano che anche testa e capelli risentono di un’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti.

Testa e chioma sono più vulnerabili nelle persone che hanno problemi specifici come dermatiti, irritazioni o alopecia, oppure per chi ha una capigliatura in via di diradamento, che lascia scoperto il cuoio capelluto; il problema, però, di proteggere i capelli dal sole riguarda tutti.

COME PROTEGGERE I CAPELLI DAL SOLE E PERCHÉ

Chi ha una chioma molto fitta e non soffre di malattie della pelle può essere indotto a trascurare la protezione del cuoio capelluto dal sole.

Bagni frequenti nell’acqua salata e nell’acqua clorata delle piscine, docce altrettanto frequenti, interi pomeriggi trascorsi al sole o lunghe camminate in montagna: durante l’estate, è difficile accorgersi di quanti e quali comportamenti incidono sulla salute e sulla bellezza dei capelli.

Di solito gli effetti della stagione estiva si misurano in autunno, quando, in un periodo in cui fisiologicamente si può verificare una perdita dei capelli, la perdita diventa più consistente.

Per capire come proteggere i capelli dal sole, bisogna pensarci per tempo, anche prima di partire per le vacanze.

PRIMA DI PARTIRE NON SCHIARIRE O DECOLOLARE

Tra le buone abitudini, il consiglio più importante è non andare dal parrucchiere per schiarire i capelli, per stirarli o per fare una permanente. Si tratta, infatti, di interventi che inaridiscono e seccano i capelli e tendono a indebolirli.

Un taglio, corto o medio o della lunghezza che si preferisce; una tinta, per chi è abituato a farla, sono buone scelte.

Subito dopo e prima di mettersi in viaggio, il secondo consiglio è attrezzarsi: insieme alla crema solare per il corpo, è possibile acquistare spray di protezione solare per i capelli, dal parrucchiere o nei negozi specializzati.

Un cappellino con visiera, una bandana, un copricapo in stoffa leggera, un cappellino di paglia staranno bene in valigia, insieme a un balsamo e una crema da utilizzare dopo lo shampoo.

BUONE ABITUDINI QUANDO SI É IN SPIAGGIA

In dermatologia quello che si consiglia per evitare ustioni ed eritemi è analogo alle buone prassi da adottare per proteggere la chioma o i capelli.

Utilizzare sempre una crema o uno spray di protezione, evitare le ore più calde sono buone pratiche per ridurre i rischi.

Da ricordare:

  • alternare l’esposizione al sole con il riposo o attività all’ombra
  • indossare, quando si può, un cappellino
  • ricordarsi che spray e crema solare vanno applicati più volte nel corso della giornata.

Dopo una giornata in spiaggia, alcuni accorgimenti per lavare i capelli in modo delicato:

  • usare uno shampoo delicato, privo di tensioattivi aggressivi
  • non sfregare la testa in modo eccessivo con l’asciugamano
  • non tenere il phon troppo vicino e a una temperatura troppo elevata
  • usare sempre un balsamo o una maschera idratate dopo il lavaggio.

PROTEGGERE I CAPELLI DAL SOLE ANCHE IN MONTAGNA …E IN CITTÀ

Anche il sole in quota ha le sue conseguenze sulla pelle!

Molti pensano che abbronzarsi – o scottarsi – sia possibile solo al mare, ma un’eccessiva esposizione al sole, senza protezione e nelle ore centrali della giornata, può essere a rischio anche in altre situazioni.

Chi va in vacanza in montagna sa che i raggi ultravioletti sono più forti via via che si alza la quota. Una buona abitudine è comportarsi come quando si va al mare – con cappello e crema solare – soprattutto quando si superano i 2000 metri.

Per sapere come proteggere capelli dal sole in modo ottimale è bene prestare attenzione anche se siamo in città, ma è una giornata molto calda e usciamo a fare la spesa dopo le 11 del mattino, o andiamo a fare una passeggiata in campagna.

Controllare le previsioni meteo è un buon modo per iniziare la giornata, anche consultando il link del ministero della Salute sulle ondate di calore. 

Prima di partire per le vacanze, chi ha dubbi e chi ha problemi particolari perché soffre di dermatite, alopecia, diradamento o defluvium, può rivolgersi al dermatologo per ricevere consigli mirati.

Per qualsiasi domanda non esitare a contattarci.

A cura della Dott.ssa Elisabetta Mapelli